giovedì 14 maggio 2015

IO SONO IO, E VOI NON SIETE...NIENTE!



La frase che pronunciava Alberto Sordi nel film "Il Marchese del Grillo", in realtà più volgare, serve ad evidenziare la situazione in atto a Bari. In puro stile Renzusconiano, il novello sceriffo della città continua ancora a fare e disfare a suo piacimento.

La notizia nella notizia è la chiusura definitiva del primo tratto di Via Roberto da Bari lato Ateneo, decisione attuata senza più ascoltare il parere in merito del Municipio in cui la stessa via è ubicata.

Allora, al netto del fatto che, in questi casi, in base all'attuale Regolamento sul Decentramento della Città Metropolitana di Bari, i Municipi sono tenuti a dare "parere obbligatorio ma non vincolante", la faccenda della mancata assegnazione delle deleghe e dell'adeguata ripartizione di personale amministrativo, prevista per Legge, sta iniziando ad intaccare la DIGNITA' dei Consiglieri Municipali, o almeno di coloro i quali sentono forte il dovere verso il mandato ricevuto dai Cittadini e non certo i "gettonari" o gli "Alzamano", e ce ne sono tanti nei Consigli, contenti invece di avere meno responsabilità possibili, quelli che la dignità ed il rispetto, verso chi gli ha permesso con il proprio voto di essere eletti, non sanno nemmeno dove abita. Per costoro vorrei provare indifferenza, ma l'unico sentimento che mi viene è il disprezzo.

Tornando sul Decentramento, le deleghe al Welfare, uniche al momento assegnate ai Municipi, oltre che pochi quattrini, per dare ai Progetti sul Sociale un senso degno di tale nome, hanno riversato sui Municipi una quantità abnorme di "Casi Umani " che quotidianamente gli "Operatori Socio-politici" sono costretti a cercare di arginare, a rischio a volte della propria incolumità. 

Senza parlare poi della difficoltà e dell'affanno quotidiano degli impiegati nel dover gestire il proprio lavoro e provvedere anche all'assistenza all'Organo Politico. Basti pensare che a distanza di un anno, molte volte si è ancora costretti a peregrinare per uffici alla ricerca di un segretario verbalizzante per aprire le Commissioni.

Non dimentichiamo gli affitti che il Comune continua a pagare per le sedi delle ex Circoscrizioni, come ad esempio la sede della ex sesta Circoscrizione in via Zaccaro che costa alla collettività quasi 16.000 euro al mese.


Le difficoltà nello svolgere le funzioni Amministrative sono volutamente limitate per colpa della mancata assegnazione delle Deleghe, previste per Legge.

Noi Portavoce nei Municipi possiamo riportare ai Cittadini ciò che avviene nelle Istituzioni, ma quando saremo messi nelle condizioni di risolvere autonomamente i problemi di vita quotidiana che i Cittadini ci riportano???


I portavoce del M5S durante gli scorsi mesi hanno chiesto ai colleghi di firmare un modulo al fine di chiedere al Sindaco le risorse umane ed economiche necessarie all'effettiva attuazione del tanto auspicato decentramento amministrativo. Hanno firmato in pochissimi. Venti consiglieri su settantadue. Forse il decentramento non interessa a tutti?

Con il dovuto rispetto per chi lo ha subito veramente, si potrebbe definire ciò, "Mobbing Amministrativo".

I portavoce del MoVimento 5 Stelle










4 commenti:

  1. quindi chiedete a de caro di aumentare le spese.......per finanziare un ente come i municipi totalmente inutile..............a volte mi domando che vi ho mandato a fare li.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E no.. esattamente il contrario.. i Municipi nascono come enti che mirano al bilancio partecipativo ed alla democrazia diretta (ovviamente secondo gli onesti).. Avere dei Municipi senza deleghe e bilancio proprio rappresenta il vero spreco in quanto, come scritto nell'articolo, non sono altro che circoscrizioni più ampie territorialmente rispetto alle vecchie (con relativi costi della politica immotivati come lo erano prima!). Se si spostano risorse (e quindi non aumenta nulla ma anzi si utilizzano in base alle reali esigenze del territorio risultato = si risparmia) e personale dagli uffici centrali si arriva ad avere il vero decentramento con i reali benefici.. Con un potere accentrato e miope come quello attuale, questa amministrazione non sarà altro che il 3° mandato di Emiliano.. Ma questo non dovrei raccontarlo a Lei (visto che ci ha mandato li) ma a chi ha votato Decaro alle scorse amministrative ed adesso piange ed urla giustizia...
      Disponibile ad un incontro per dibattere volentieri dell'argomento La saluto cordialmente.
      Sabino Mangano
      Portavoce Consigliere M5S al Comune di Bari

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina

Questo blog è uno spazio aperto ed a disposizione di tutti per confrontarsi direttamente. Per garantire l'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non abbiamo previsto filtri preventivi, ma l'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione, e per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Comunque ci riserviamo, in qualsiasi momento, di cancellare i messaggi ritenuti inadeguati alle regole della normale discussione argomentativa.
In ogni caso, in quanto proprietari del blog, non potremo essere ritenuti responsabili per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.